1. La scala pentatonica e la scala blues spiegate sulla chitarra da Simone “Thor” Dellacqua

In questo articolo scopriamo la scala pentatonica cos’è e come suonarla sulla chitarra nelle varie diteggiature che troverete sulle TAB allegate.Scopriremo la differenza tra pentatonica maggiore , pentatonica minore e la scala blues e le relazioni esistenti tra di esse.

2. Cos’è una scala Pentatonica?

La scala pentatonica sia essa maggiore o minore a differenza della scala diatonica, utilizza solo 5 note di partenza ed è customizzabile in molte varianti.

Ora vedremo come costruire la base della nostra fedele compagna di avventure.

3. Scala Pentatonica Maggiore

La scala pentatonica maggiore contiene questi intervalli musicali ( Nella teoria musicale un intervallo e la “distanza” tra due note).

-Tonica: La Tonica da il nome alla scala corrispondente e anche all’accordo che ne deriva. E’ una nota statica perchè è il suono verso cui la creazione musicale tende a risolversi naturalmente.

-Seconda Maggiore: un tono di distanza dalla tonica sulla scala suonata in modo ascendente.

-Terza: come sopra ma a due toni dalla tonica

-Quinta giusta: Tre toni e mezzo dalla tonica

-Sesta maggiore:Quattro toni e mezzo dalla tonica

4. Le note della scala pentatonica sulla scala di Do maggiore

Utilizzando come esempio la tonalità di Do maggiore avremo le note:

-DO : Tonica

-RE : Seconda maggiore

-MI : Terza maggiore

-SOL : Quinta giusta

– LA : Sesta Maggiore

Ovviamente è possibile suonare queste note su tutto il manico secondo il vostro stile e seguendo il vostro gusto musicale.

5. La Scala Pentatonica Minore

La scala pentatonica minore è composta anch’essa da 5 note.Secondo il sistema di notazione anglosassone, nasce sul sesto grado della scala maggiore. (Di cui costituisce appunto la cosidetta “Relativa minore”).

Secondo il mio punto di vista è corretto pensare di adottare questa idea del minore anche agli altri gradi minori della scala, ossia il secondo ed il terzo dando vita a varianti armoniche molto interessanti di cui parleremo in un altro momento. Dico solo che sommando le pentatoniche minori che nascono sul secondo, terzo e sesto grado si ottiene una scala maggiore.

6. Pentatonica minore: gli intervalli e le note

La scala pentatonica minore si ricava partendo dal sesto grado di una qualsiasi scala maggiore, ( ad. es. se siamo in tonalità di DO il sesto grado, ovvero la cosidetta relativa minore , sarà la nota di LA), aggiungendogli i seguenti intervalli:

-Tonica nota di LA

-Terza minore: un tono e mezzo dalla tonica , nota di DO

-Quarta giusta: due toni e mezzo dalla tonica, nota di RE

-Quinta giusta: Tre toni e mezzo dalla tonica , nota di MI

-Settima minore: Cinque toni dalla tonica, nota di SOL

7. Posizioni della scala pentatonica sul manico

Bene, vediamo adesso dove possiamo trovare la pentatonica sul manico della chitarra. Un opinione molto diffusa è quella che sia uno strumento che lavori a “posizioni”, affermazione in parte vera. Useremo quindi degli schemi grafici per imparare queste posizioni o box sul manico della chitarra.

8. Perchè ci sono 5 box se la pentatonica è una sola?

Il motivo è dovuto al fatto che sulla chitarra, a differenza,ad esempio del pianoforte strumento in cui le ottave si succedono in maniera identica , ogni ottava e asimmetrica e spostando lo stesso schema o box cambieremo semplicemente tonalità anzichè estenderla sul manico.Negli schemi sottostanti, prendendo come riferimento solito la scala di DO maggiore, indicheremo con il pallino pieno la Tonica ( In questo caso la nota o meglio le note di DO presenti all’interno di quel box) e con il pallino cerchiato la sua relativa minore, quella che sarà la Tonica da cui potremo generare la scala pentatonica minore in questo caso di LA

9. Pentagramma e tablatura della scala pentatonica maggiore e minore

10. Perchè 5 diteggiature?

Perchè la scala pentatonica sulla chitarra può essere eseguita in 5 diverse posizioni con 5 diverse diteggiature (Box), Ognuna di esse inizia con una nota diversa della scala.

I box o diteggiature a volte vengono chiamati anche in modo diverso ( ad. esempio nella notazione anglosassone sono chiamati pattern). Il mio consiglio e quello di non imparare solo lo schema del box, bensì la posizione della tonica presente il quel determinato box. E’ fondamentale sapere la corretta posizione della tonica sul manico per suonare, Questo ci consentirà di applicare lo schema corretto.

11. Come imparare le diteggiature della scala pentatonica

Il mio consiglio è semplice: comincia dalla prima posizione (…), Eseguila fino a che non l’hai memorizzata e le dita sono coordiante a sufficienza per eseguirla correttamente senza pasticciare, spostale in diverse parti del manico generando quindi scale in diverse tonalità, così facendo potrai fissare bene il box nella tua testa e suonare in altre tonalità non sarà un problema.Riconda: Non correre! Non c’è niente di più deleterio della fretta. La velocità arriva con il tempo. Invece la precisione è una cosa che va coltivata fino dall’inizio.

Le “Blue Note”

Prima di partire a parlare della “Blue Note” è importante notare una piccola cosa legata alla musica ed all’applicazione dei concetti appena visti.

La maggior parte dei brani BLue-Rock che ci ritroviamo a suonare è in modo minore ed è su questo principio che sarà basato il ragionamento che andremo fare ora.

La scala pentatonica è di sicuro lo “strumento” di lavoro più utilizzato da qualunque chitarrista elettrico di estrazione Blues-Rock, e la nota “Blues” è una nota di passaggio, un colore, e che quindi è consigliato passaci sopra senza però soffermarsi. quindi ricordate il “Divieto di Sosta” su questa nota.

12. Scala pentatonica il La minore con “Blue Note” o Scala Blues

Bene, ora che avete diteggiato le posizioni vi sarete accorti come il Sound della scala è diventato decisamente Blues. Andiamo a vedere cosa è successo.

La scala Blues è una scala musicale esafonica, ossia composta da sei suoni, che si ottiene aggiungendo un cromatismo ( La 5a bemolle), tra il terzo e il quarto grado di una scala pentatonica minore. La nota aggiuntiva è spesso considerata la “Blue note” in ragione del fatto che in gran parte della musica Blues tradizionale essa viene intonata in maniera lievemente calante ( A meno che lo strumento musicale lo impedisca).Infatti il più delle volte la ” Blue note”, viene intonata con un “Bending” che tende ad arrivare alla nota senza mai però giungerci realmente.

Articolo di : Simone “Thor” Dellacqua

2 thoughts on “1. La scala pentatonica e la scala blues spiegate sulla chitarra da Simone “Thor” Dellacqua

    • Novembre 2, 2020 in 11:15 am
      Permalink

      Hi, thanks for your interest, our blog is in the start-up phase soon we will publish other interesting articles that talk about technique

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest