Biella Jam Blues & Musicgarage contro l’emergenza Covid-19

E’ in tempo di crisi che nascono le alleanze migliori. Quella tra Musicgarage e Biella jam blues nasce da un amicizia e da una collaborazione consolidate negli anni nell’organizzazione di Jam session e concerti sul territorio biellese. Si rinnova e si ripropone attraverso una pagina che Musicgarage.it, il nuovo blog italiano che parla di musica a 360°, mette a disposizione di BJB per mantenere vivo l’interesse dei musicisti, degli appasionati e delle persone che hanno seguito in questi anni le jam e i concerti.

Biella Jam Blues

Biella Jam Blues è un idea nata dalla collaborazione tra Claudio Togni e Roberto Tosin, i quali dopo qualche anno passato ad organizzare Jam ed eventi sul territorio biellese , decidono di ufficializzare l’iniziativa dandogli un nome proprio ed un logo che la identifichi. Il primo passo si concretizza con la realizzazione di una pagina di facebook tramite la quale diventa possibile promuovere eventi e mantenere il contatto con i propri fans.

Le origini

Prima di arrivare a questo però bisogna fare un passo indietro, quando Claudio Togni animato dalla sua passione per la musica e per il blues in particolare decide, prendendo spunto da quanto già accadeva in Italia e nel mondo,di organizzare una Jam session nel biellese. Siamo nel 2010 e le prime jam furono organizzate presso i locali ARCI di Lessona (BI), grazie alla disponibilità di Silvio Sansone ,grande appassionato di Blues, che continuerà a partecipare come musicista alle successive Jam anche quando queste cambieranno location.

“Circolo dell’Oremo”, Pollone (BI), autunno/inverno 2012 ( Foto Claudio Togni)

Gli esordi

Dopo Lessona l’iniziativa si sposta a Pollone presso il Circolo dell’Oremo. Le jam nel frattempo hanno raccolto un grande numero di appassionati che intervengono come musicisti sul palco o come pubblico interessato. Migliora l’equipaggiamento tecnico grazie dapprima alla collaborazione di Guitars & Co. nella persona di Andrea Cesone e poi a Music Revolution di Tosin Roberto e si eleva il livello artistico grazie alla partecipazione di ospiti illustri, raccolti grazie alla conoscenza ed all’ amicizia maturata con Claudio in anni di presenza a concerti e manifestazioni in giro per l’Italia.

La Svolta

La svolta qualitativa dal punto di vista artistico, avviene con il cambio di location, la Jam si sposta a Valdengo presso i locali del ristorante “Il Vecchio mulino”. Ed’è in questo periodo che nasce Biella Jam Blues. L’ospite diventa una componente fissa ed imprescindibile dall’organizzazione dell’evento.

Ospiti celebri

Sul palco della Jam salgono artisti del calibro di Angelo “Leadbelly” Rossi, Francesco Piu e Nanni Groove, Heggy Vezzano, Emanuele Fizzotti, Daniele Tenca, Ermanno Fabbri, Don Diego, Thomas Guiducci, Joe Valeriano, Tiziano “Tiz” Rooster, Fabio Marza, Leo Ghiringhelli, Gerry Gey e molti altri ancora, tanto da rendere impossibile ricordarli tutti. Questo permette alla manifestazione di richiamare un numero sempre maggiore di appassionati che in questo modo hanno la duplice possibilità di salire sul palco e suonare con artisti di fama internazionale ed assistere in prima fila ad un concerto di grande livello in modo assolutamente gratuito.

Vigliano Biellese (BI), festa patronale S.Michele, 16 Settembre 2016 ( Foto Claudio Togni)

Ultimo periodo

Conclusa nel 2019 la collaborazione tecnica con Music Revolution si cambia di nuovo location,la manifestazione si sposta nei locali del circolo sociale spazio HYDRO in via Serralunga 31 a Biella. Con un palco ed un service di grande livello, una resident band in grado di accompagnare al meglio gli ospiti, la manifestazione cresce ancora di popolarità chiudendo la stagione 2018/2019 e iniziando quella 2019/2020 con un consenso sempre maggiore.Poi si arriva ai giorni nostri con la crisi generata dall’emergenza Covid-19, inevitabile lo stop senza una data da destinarsi per la ripresa dell’attività di Jam.

Spazio HYDRO, Biella 20 Marzo 2019 (Foto Claudio Togni)

Futuro

In un periodo di incertezza totale per chiunque faccia musica dal vivo e organizzi concerti, anche la Jam è stata forzatamente messa in Stand-By. La voglia di riprendere il prima possibile l’attività , c’è e resta immutata . Questa pagina vuole essere un punto di partenza per continuare a tenere vivo l’interesse e custodire la memoria di questa manifestazione che proprio quest’anno avrebbe festeggiato il decimo anno di attività.

Biella Jam Blues : Torneremo presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest